I cinque guasti più comuni che si verificheranno nei motori CA e CC

Se si ritiene che un motore elettrico abbia un problema, ci sono cinque aree comuni in cui potrebbe risiedere il guasto. Il problema iniziale (e il problema più comune con i motori malfunzionanti) potrebbe riguardare il circuito di alimentazione o la qualità dell’alimentazione. Le rotture possono verificarsi anche in presenza di guasti all’isolamento o di un traferro, insieme a possibili difetti dello statore o del rotore del motore.

Qui, esaminiamo alcuni problemi comuni con i motori CA e CC e le loro possibili cause.

Il motore non è montato correttamente

Un montaggio inadeguato del motore può causare difetti se non è livellato correttamente durante il processo di installazione. Se l’alloggiamento non è correttamente imbullonato al resto dell’assieme o all’ambiente circostante, potrebbero verificarsi sollecitazioni irregolari. Questo è talvolta chiamato “piede molle” e porta a un funzionamento irregolare, alla distorsione dei cuscinetti e al cedimento fisico nel tempo. Per correggere ciò, è possibile utilizzare spessori in acciaio inossidabile sotto i piedini alti o parti della base per livellarli.

Il motore è intasato di polvere

In ambienti fisicamente sporchi, l’accumulo di polvere all’interno di un motore può causare cortocircuiti. In condizioni polverose, è importante mantenere pulita l’area circostante e adottare misure DIP (protezione dall’ingresso di polvere). Di preferenza, i motori con grado di protezione IP antipolvere 5 (ingresso limitato – nessun deposito dannoso) o 6 (totalmente protetto contro la polvere) sono i più affidabili in questo tipo di condizioni operative.

L’acqua è dentro il motore

L’ingresso di acqua è un rischio simile: se i liquidi entrano nella morsettiera o nelle bobine dello statore, si verificherà un cortocircuito e il motore si brucerà. In aree umide, umide o bagnate, è necessario adottare misure di protezione sufficienti.

Il motore si sta surriscaldando

Il surriscaldamento può verificarsi se il motore è troppo piccolo per l’attività, non è adatto allo scopo o se si verificano modifiche al carico. Anche le alte temperature ambiente sono causa di surriscaldamento. Si raccomanda un circuito di protezione contro il funzionamento a temperatura eccessiva in modo che se il motore si surriscalda si spenga. Le ventole booster possono aiutare, insieme agli azionamenti a velocità variabile.

Il motore è stato immagazzinato in modo errato

Lo stoccaggio per lunghi periodi in una posizione significa che i cuscinetti interni possono incidere nel metallo dell’albero. Pertanto, si consiglia di ruotare l’albero di un quarto di giro (novanta gradi) ogni mese. Problemi simili possono verificarsi con i cuscinetti che incidono segni nell’albero del motore in presenza di vibrazioni, quindi si consiglia di riporlo su tappetini imbottiti.

Infine, per ridurre al minimo i guasti, è necessario eseguire regolari ispezioni e attività di manutenzione preventiva. I circuiti di alimentazione dovrebbero includere una protezione da sovraccarico per rimuovere i picchi di tensione transitori.